x I termini di utilizzo di photo4u.it sono stati aggiornati in base alle attuali leggi europee per la privacy e protezione dei dati (GDPR). Puoi leggere la nuova versione nella pagina Termini di utilizzo e Privacy.
photo4u.it
Menù
Home Home
Forum Forum
Fotografie Fotografie
Le tue Preferite Le tue Preferite
Foto della settimana Foto della Settimana
Foto in Vetrina Foto in Vetrina
i Contest di photo4u.it Contest 4u
Taccuino fotografico Taccuino fotografico
Grandi Memo Grandi Memo
Articoli Articoli
Interviste Interviste
Le recensioni degli utenti Recensioni
Tutorial Tutorial
Eventi Eventi
Libri Libri
Segnalazione concorsi Concorsi
Donazioni Donazioni
utileFutile utileFutile
Lo staff di photo4u.it Lo staff
Contatti Contatti
Privacy policy Privacy policy
Commenti da vittorione
Commenti alle foto che gli utenti sottomettono alla critica
Vai a 1, 2, 3 ... 367, 368, 369  Successivo
Commenti
Cronaca di uno sbarco notturno al porto di Reggio Calabria
Cronaca di uno sbarco notturno al porto di Reggio Calabria di genesis commento di vittorione

Bellissimo e umanissimo reportage, fatto di sguardi, di gesti; di una miscela di sentimenti tra smarrimento, sollievo, sfinimento, spaesamento; di atti di sostegno, vicinanza, soccorso.

Racconta molte cose e le racconta bene, rendendo in maniera eccellente la significativa atmosfera notturna, confezionando un bn profondo ed efficace partendo da una situazione di inevitabile caos e di luce disponibile delle più difficili, il tutto gestito assai bene.

Nella funzionalissima scelta dello sguardo ravvicinato e campo stretto che caratterizza il lavoro, trovo appena fuori linea, ed in fondo non le più narrativamente forti, la 2 (utile a fornire un contesto ampio, ma che - soprattutto posta come seconda - finisce col diluire la sequenza; forse come prima, come "copertina" avrebbe avuto più senso); e poi anche la 3, in fondo, un po' generica e distante, quando tutte le altre meglio ci immergono ben dentro a questa umanità derelitta.

Ma questo giusto per cercare il famoso pelo nell'uovo.

Complimenti veri: ci stai regalando una bella serie di scatti, di valore fotografico e non solo.

V.

P.S. - Mi fa piacere scrivere sotto questo bel lavoro quello che risulta essere il mio commento numero 10000, tra l'altro, noto, proprio al compimento del decimo anno dall'iscrizione a P4u (sono uno preciso Very Happy )!
...
... di chicco70 commento di vittorione

Immagino che sia stato cercato questo effetto "bianco & nero (& rosso)", per aggiungere non so quale sapore alla scenetta (di per sé anche simpatica, volendo), ma trovo che il risultato non sia proprio dei più apprezzabili.

Opinione personale, ovviamente.

V.
Presenze
Presenze di batstef commento di vittorione

C'è la cura generale dell'inquadratura e delle cromie che contraddistingue i tuoi scatti, con in più una di quelle tue inquietanti presenze alle quali a volte concedi efficace spazio.

V.
Rosso Italiano
Rosso Italiano di FabioDemis commento di vittorione

Mi associo alla... condanna alla pratica della desaturazione parziale, che trova una sua qualche giustificazione circa una volta su un migliaio (ad essere generosi).

Ma poi mi faccio alcune domande:

- era già al momento dello scatto la vespa rossa il soggetto della tua inquadratura?

- e se lo era perché andarla a parcheggiare in maniera così sacrificata nel rettangolo, contro il margine destro?

- e se non lo era quale altro era, dato che non ce ne sono di apprezzabili?

- a cosa serve l'ampia e anonima metà di sinistra della scena?

V.
ICM...
ICM... di Harma commento di vittorione

Harma ha scritto:
...Quando ho visto questa scena ho percepito la difficoltà per gli anziani di vivere a Siena, dove tutto è un sali e scendi...

E invece c'è di più: è uno di quei casi in cui l'autore ha visto meno cose di quante ne trovino poi gli osservatori.

C'è quel convergere delle linee verticali della stretta stradina, che nell'indefinitezza data dal mosso diventano come sintomo di un simbolico crollo in atto, e c'è l'uomo, curvo nel suo incedere ed altrettanto indefinito, la rassegnata vittima che sembra stia per rimanerne schiacciata.

La contrapposizione dell'uomo scuro in basso e del rettangolo luminoso in alto creano un forte asse verticale centrale, al quale si può arrivare ad assegnare un valore simbolico.

V.
| Crocodile head sunset  |
| Crocodile head sunset | di Merola83 commento di vittorione

Merola83 ha scritto:
...il fatto che appaia come un classico non so se è un pregio o indice di banalità...

Non lo so, vedi tu: è innegabile che "ragazza sulla spiaggia in controluce al tramonto" non sia esattamente un soggetto fotografico originale, e chi fa e osserva fotografie lo dovrebbe sapere ed accettare di muoversi su quel terreno.

Poi non è che sia per principio da biasimare chi gioca occasionalmente e consapevolmente nell'ambito dello scatto tradizionale: quello che fa la differenza dopotutto è se sono foto fatte bene oppure... meno bene.

Oltretutto, vedendo le foto di questa serie presenti nella tua Galleria, viene da immaginare che l'occasione di questo viaggio si prestasse particolarmente a... scivolare su questo versante.

V.
St
St di Tia commento di vittorione

Paesaggio imperniato sulla semplicità, con grande economia di forme e colori, diffusamente e delicatamente luminoso, inafferrabile, sospeso tra realtà e astrazione.

Risulta elegante e accattivante per l'occhio, proprio in virtù della sua pulizia e semplicità.


V.
Angela
Angela di genesis commento di vittorione

genesis ha scritto:
...un sorriso, ma di quelli buoni, che attende a una risposta
Ritengo che una foto condivisa non deve avere bisogno di giustificazioni...

Un sorriso sempre, soprattutto davanti ad una buona foto.

Ma poi le osservazioni che muovo non pretendono affatto una "giustificazione", non vogliono essere (come dico in firma) dei giudizi, però sì, ho la presunzione che possano stimolare a riflettere su cosa un occhio esterno veda in una altrui idea fotografica. E magari avviare nell'autore una riflessione su aspetti - macroscopici o minuscoli - che spesso un estraneo vede e lui no.

In fondo a questo dovrebbe servire affiggere in questa bacheca la propria foto.

Grazie per l'apprezzamento più volte espresso.

V.
Chloè
Chloè di marco.rilli commento di vittorione

Sempre un bn dei tuoi, completo e godibile in tutte le aree tonali.

Bella la posa protesa in avanti che ci avvicina volto e mani, caricando di empatica dinamicità il soggetto già di suo portatore di un'espressività solare.

V.
s.t.
s.t. di Laki85 commento di vittorione

Una delle infinite versioni del classico rapporto umano-manichino (stavolta in versione pandemia).

Qui è ben catturato il gesto "affettuoso" in perfetta sintonia con l'esplosione floreale che lo avvolge.

V.
| Crocodile head sunset  |
| Crocodile head sunset | di Merola83 commento di vittorione

Una foto che dire "classica" è poco.

Mi permetto solo un'osservazione su come il disegno del profilo della costa ricoperta di vegetazione che si vede sullo sfondo credo che venga qui a cadere in un punto in cui finisce col nuocere alla pulizia del bel profilo del volto della donna che si sarebbe invece giovato di uno sfondo più pulito, ottenibile variando di poco l'altezza del punto di ripresa.

V.
***
*** di Graziano Racchelli commento di vittorione

Interessante l'atmosfera resa dall'ambientazione ampia e complessa e dalla convergenza delle linee prospettiche sulla donna, presenza silenziosa e quasi marginale all'interno di questa ambientazione domestica dall'aria tanto "qualsiasi".

Alcuni ingredienti inducono a positivamente pensare: le scarpe a terra, quello che sembra un asciugamano sulla spalliera del divano. E poi, soprattutto, la donna seduta, inerte, distante, lo sguardo rivolto fuori (dal fotogramma e dalla stanza).

È una foto con una sua forza, seppur (dal mio punto di vista) intaccata da una post che ha dovuto forse fare i conti con alcune difficoltà nello sforzo di equilibrare le luminosità dei due estremi della stanza e recuperare alcune ombre, ma che per questo ha pagato un certo prezzo.

Si è poi applicato un cross processing o altra forma di "deragliamento" cromatico?

Sinceramente la trovo abbastanza potente da stare benissimo in piedi con tonalità più "naturali".

Prendilo ovviamente come un parere personale che vale per quel che vale.

V.
sognando il mare
sognando il mare di elis bolis commento di vittorione

Un riuscita applicazione del mosso (cosiddetto "creativo") che trova la sua forza nel cromatismo delicato, nell'economia di elementi in campo, e nella giusta misura dell'effetto.

V.
Angela
Angela di genesis commento di vittorione

La qualità della resa delle superfici (siano essi la pelle del divano, che la pelle della modella che la morbida e movimentata pelliccia che la ricopre) mi fanno un po' rimpiangere il fatto di non poterla apprezzare anche sul bracciolo, che ha quasi un ruolo di elegante coprotagonista, ma che hai scelto di lasciare morbido nella focheggiatura e di cui hai appena intaccato la curva del disegno dei rivetti.

A parte questo (l'asticella a quelli bravi va posta ben in alto) la trovo più che apprezzabile, nel complesso.

V.
Nel vento di un sogno di mare
Nel vento di un sogno di mare di fabioph commento di vittorione

Un bel modo di raccontare un mondo interiore, catturando in un colpo tanti elementi narrativi che incorniciano la bambina.

Un po' più di apertura delle ombre non mi sarebbe parsa una cattiva scelta, per non precipitare quei sogni in un'eccessiva oscurità che mal si coniuga con la serenità della protagonista, e anche per ravvivare certi utili azzurri .

V.
black&white
black&white di dido'73 commento di vittorione

Piacevole, grafica, ben fatta e ricca di sensazioni visive offerte dalla matericità delle superfici nonché dai segni di colatura bianco su nero.

Ben inserito il passaggio dell'uomo, utile a rendere non-astratta la scena, a darle realtà e misura.

Il peso street penso anch'io che, per quel che la foto mostra, sia ad abbastanza bassa intensità.

L'avrebbe potuto forse innescare il passaggio di un... white che fosse entrato in scena da sinistra, in basso, contro il fondo scuro.

È solo una fantasia, ovviamente, ma sarebbe stato un bel regalo della sorte...

V.
Tunnel con vista
Tunnel con vista di Antonio Mercadante commento di vittorione

Concordo con Massimo: presenza umana (spontanea o posata che fosse) fondamentale per il senso della foto, per il senso del le proporzioni, certo, ma anche e soprattutto per andare oltre la pura ripresa geometrico-paesaggistica e dare alla scena uno slancio in più con il ruolo "centrale" dell'uomo, con la sua autorevole postura, col suo rivolgersi all'orizzonte.

V.
Modern Family II
Modern Family II di DamianoPignatti commento di vittorione

Personalmente trovo che nel bilancio tra qualità e debolezze vinca l'altra.

Concordo con Giacomo su alcuni aspetti da lui sottolineati, come vignettatura e punto di ripresa che nell'altra sono la prima assente ed il secondo più ravvicinato ed equilibrato rispetto alla cornice paesaggistica.

Aggiungo la vivezza del colore (che qui risulta un po' smorzata) ed una maggiore invasività del primo piano sfocato (anche nell'altra presente, ma con minor ruolo).

(A proposito di messa a fuoco, non riscontro alcuna carenza sui soggetti sotto questo profilo, né in questa né nell'altra.)

Questa versione gode d'altro canto di una maggior movimentazione del quintetto, la cui posa appare più sciolta, mescolata e dinamica che non nell'altra, dove vige una certa eccessiva compostezza da gruppo di famiglia in posa (basterebbe confrontare le braccia).

In un gruppo con molti protagonisti una delle difficoltà è avere le espressioni di tutti concordanti, spontanee e funzionali quanto serve, e qui vince questa sull'altra, trovo, dove in linea con la scioltezza di pose mi sembra si colga altrettanta spontaneità espressiva.

Se dovessi scommettere direi che l'altra è stata scattata prima di questa, ed in mezzo c'è stato il tempo per la famigliola di prendere confidenza e naturalezza rispetto alla situazione fotografica ed al sentirsi soggetti.

V.
l'ora dell'ape...
l'ora dell'ape... di elis bolis commento di vittorione

A me sembra che la scena lasci incerto l'osservatore se abbia più ruolo il teatrino umano, la ricerca del rispetto delle geometrie o... l'esploratore in camicia rosa.

Quest'ultimo col suo gesto tende ad accentrare su di sé l'attenzione e finisce col togliere forza alla scenetta nel suo complesso (altrimenti abbastanza godibile) senza averne lui abbastanza per essere veramente "centrale" e dare senso alla foto.

Colto in un un altro momento, in un atteggiamento meno protagonista, ritengo sarebbe forse stato meglio.

È una mia impressione...

V.
666
666 di Antonio Mercadante commento di vittorione

Il diavolo è dietro l'angolo!

In street ci poteva anche stare, trovo.

V.
Vai a 1, 2, 3 ... 367, 368, 369  Successivo

Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.

Visualizza la policy con cui vengono gestiti i cookie.

© 2003, 2015 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi